Archivi catalogati in: Guerra e pace

Liberté

La folle corsa di Anna, Sami e Claude nel tentativo di visitare il Louvre in meno di 9 minuti e 45 secondi, il madison improvvisato dai tre amici  in un bistrot, Parigi (coprotagonista) con la nebbia e infine il cuore del film : l’ inquadratura fissa  di Anna nel metrò mentre sullo sfondo passa casualmente l’indicazione di una fermata : Libertè. Inutile tirare in ballo i Rafale,i droni, la religione, lo stile di vita e … continua a leggere »

Catalogato in Guerra e pace, La fabbrica del cinema | 4 Commenti

Marchons…

Magari senza esibizioni di cartelli esistenzial-politico-militanti, avrei marciato anch’io condividendo qualche perplessità col manifestante qui sopra.Alla fine, escludendo le rifritture di puntuali teorie complottiste – si vabbè la Cia, gli opposti totalitarismi –  rispetto alle quali le nostre candide coscienze dovrebbero dimenticare che al soldo di chiunque fosse, qualunque storia o motivazione avesse, chi fa strage o sequestra  inermi cittadini è un assassino che va condannato,  le campane di Notre-Dame che suonano a distesa durante … continua a leggere »

Catalogato in Élysée, Guerra e pace | 16 Commenti

Morte di un tiranno (la pistola d’oro)

Rivendicando pubblicamente il diritto di uccidere il tiranno, i ribelli avevano già escluso l’eventualità che una corte internazionale si incaricasse di un regolare processo. Ben sapendo che,  in nessun caso, il verdetto avrebbe potuto significare sentenza di morte e che pertanto la Vendetta si sarebbe consumata solo in piccola parte, si sono fatti giustizia da sé. L’Occidente, del resto, con buona pace dei mandati di cattura internazionali, che avrebbe  mai potuto  farsene di un imputato … continua a leggere »

Catalogato in Guerra e pace | 4 Commenti

Sans papiers

Tre campagne elettorali  in Europa – di cui una  presidenziale, cominciata con largo anticipo – e una recente debàcle, sono troppe anche per chi ha attraversato il mare affrontando i rischi che sappiamo. Così anche il permesso di soggiorno provvisorio concesso, negato o osteggiato, torna utile come spot. Qui da noi,  si trasforma in un modo per scaricare su altri paesi qualche migliaio di esseri umani. Altrove, le arcinote clausole – la Francia e la … continua a leggere »

Catalogato in Guerra e pace | 3 Commenti

Dispersione

Inseguiti, senza troppa convinzione, dalle forze dell’ordine in un’ operazione che nella sola località di Manduria impegna cinquecento uomini, i migranti cercano una via di fuga nella speranza di raggiungere – si presume –  parenti e amici residenti in altri paesi europei. Dopo un mese, della maggior parte,  non conosciamo ancora nazionalità e  status ma intanto, per non saper né leggere né scrivere, nei trasferimenti in nave,  come per i detenuti,  ritiriamo loro i lacci … continua a leggere »

Catalogato in Guerra e pace | 9 Commenti