Archivi Annuali: 2006

Magie di parole (lei è omosessuale?)

Per converso si è vista la forte personalità del Braibanti: un uomo adulto, volitivo, esperto, sottile, dialettico, controllato, tenace, “omosessualmente intellettuale”. Ha un vizio che deve soddisfare e che invade tutto il suo Essere psichico, che lo muove e lo domina; è indubbiamente colto anche se disarmonizzato e non integrato, ma è anche ambizioso, orgoglioso, immodesto; fisicamente svantaggiato, ha per legge di compensazione esaltato – ed è portato a sopravvalutare – le sue doti intellettive. … continua a leggere »

Catalogato in Palazzi di Giustizia | Lascia un commento

Acrobati dello specchio magico

Dice Karl Mannheim che i ragazzi sono più leggeri degli adulti perchè non hanno la zavorra del senso comune da portarsi dietro.In questa leggerezza è contenuto il rischio della superficialità ma allo stesso tempo abita quella dinamicità propria, per esempio, del multiasking,la qualità che permette di agire su più piani,con più software (sto scrivendo e  mentre controllo la posta, mi collego a skype,scarico un file etc).E’ un’ attitudine,questa, che trova il suo migliore allenamento nelle pratiche di … continua a leggere »

Catalogato in Modi e Mode | Lascia un commento

Violenza costituita

Pochi riferimenti sui giornali di stamane sono per Giovanni Sanfratello, vittima secondo la sentenza della I Corte d’Assise di Roma,di Aldo Braibanti che ne aveva “assoggettato la volontà”. Prove del plagio erano state le idee libertarie e atee professate dal Sanfratello, la sua scelta di dedicarsi alla pittura e la vita in comune con Braibanti.Il giovane aveva ventitré anni, era legalmente residente a Roma, e indipendente. Poiché non era disposto affatto a riconoscere che idee e comportamenti non fossero l’esito di … continua a leggere »

Catalogato in Palazzi di Giustizia | Lascia un commento

Il padre delle spose è un capolavoro assoluto

Non si capisce bene perchè in televisione può andare in onda di tutto, anche l’avvocato Taormina e persino il Procuratore della Repubblica Simonetta Matone che mentre chiede l’inasprimento delle pene per qualsiasi reato,si assesta lo jabot maculato della blusa ( ma pagatele un consulente di stile) o allarga l’orlo sghembo della gonna sul sofà e invece  un onesto prodotto come “Il padre delle spose” deve suscitare l’ira funesta di mezzo parlamento e dell’Osservatore Romano che tramite … continua a leggere »

Catalogato in The revolution will not be televised | Lascia un commento

Show me

I registi sono così :a sentire loro,non raccontano,non criticano,non graffiano,non lanciano messaggi,non denunziano (anzi, in una delle ultime interviste, Tornatore ha pure detto : “per le denunzie rivolgetevi alle autorità) e soprattutto guai a chiedergli di decodificare i simboli e le metafore di cui sono abbondantemente cosparse le opere loro (persino Fellini aveva la faccia tosta di andare in giro a raccontare che “Prova d’orchestra” non conteneva presagi di sorta.).Con  Altman succedeva più o meno la stessa cosa: … continua a leggere »

Catalogato in La fabbrica del cinema, Se ne sono andati | Lascia un commento