Archivi Mensili: ottobre 2008

St Louis blues

Barack Obama in Missouri, dove i sondaggi lo danno avanti su McCain  sebbene di poco. Intanto lo slogan delle primarie Yes we can si è trasformato nel più deciso Change we need e anche se proprio ieri i repubblicani, nei sondaggi,  hanno ridotto le distanze di un punto, l’entusiasmo di questa folla a St Louis,  incoraggia l’ottimismo. Di qui al quattro novembre la forbice è destinata a restringersi, diminuendo sempre più, il numero degl’indecisi. Si spera … continua a leggere »

Catalogato in Americana, Election day 2008 | Tagged | Lascia un commento

Tre donne e una Pontiac

Quel che resta di Joe, non è certo tutto nell’urna cineraria che invano sua moglie Arvilla ha tentato di sottrarre –  obbediente alla volontà del consorte – alla pretesa di un funerale californiano con tutti i crismi ( che laggiù sono parecchi). A reclamarne la degna sepoltura è una figlia del defunto che più antipatica e scostante non si potrebbe. E ricattatrice per giunta. O il funerale a Santa Barbara, o niente casa in Idaho, quella dove Arvilla e Joe hanno … continua a leggere »

Catalogato in La fabbrica del cinema | Tagged | Lascia un commento

Il trucco è …

Ultimo film della trilogia europea, anche se  questa volta non sono  le cupezze dei delitti senza castigo o del sesso in funzione della scalata sociale, bensì lo spirito della pochade combinato con quello della commedia libertina, a dominare la scena. Così, prima del rientro negli USA, Woody Allen  ci offre una visione della vecchia Europa come continente a parte, sui generis, rispetto all’America delle persone normali, degli Umani, divertendosi non poco  a giocare sulla falsariga dei derivanti stereotipi culturali. Americans abroad concreti … continua a leggere »

Catalogato in Cannes 2008, La fabbrica del cinema | Tagged , | 5 Commenti

Fin du Régime

    Arugula eating elitist  lo ha definito  McCain , un elitario mangia rughetta, ma non perché  come vorrebbe far credere la propaganda repubblicana, il contendente democratico,  incurante della crisi, si sia pubblicamente  lamentato dell’aumento del prezzo di un genere – la rucola appunto – che in America viene venduto a prezzi proibitivi, ma semplicemente perché arugola-eating è l’epiteto con il quale vengono definiti ironicamente i radical chic. Tanto per ribadire quanto ce ne corre tra un ex combattente in Vietnam  … continua a leggere »

Catalogato in Americana, Election day 2008 | Tagged , | Lascia un commento

Marietta monta in gondola

Poichè di qui a un mese, c’è una tornata di scioperi da riempire buona parte delle caselle del calendario, ieri sera Bruno Vespa, per giusto contrappeso, ha creduto bene di celebrare le gesta del governo in carica. Convocati alla bisogna :  il ministro più mediatico e operativo che c’è ( non so se sia ancora il più amato o se sia stato soppiantato da altro personaggio) , l’esponente dell’Opposizione più educato del mondo, la segretaria del sindacato idealmente … continua a leggere »

Catalogato in Uncategorized | Tagged | 1 Commento