Archivi Annuali: 2010

L’arrivée d’un train à La Ciotat ( lustrando gli occhialetti)

Che futuro s’intravede per il cinema ai tempi dell’utilizzo diffuso di trucchi e tecnologie estreme, credo, non sia dato sapere. Un po’ per la stessa natura inafferrabile dell’Oggetto che, partito come invenzione senza futuro, a detta dei suoi stessi inventori , è arrivato fino a noi –  oltre un secolo dopo cioè –  con un bagaglio di Opere d’Arte da far spavento,  vivo,  verde  e tutt’ora  in grado di far discutere ed emozionare. Ma di … continua a leggere »

Catalogato in La fabbrica del cinema | 3 Commenti

Chi ben comincia…( tanti auguri al cinema italiano )

Tanti auguri al cinema italiano, che riesca a liberarsi di querelles oziose, di battibecchi stucchevoli, di polemiche provinciali  su chi riempie le sale col nazionalpopolare e chi le svuota con i film raffinati, su chi è premiato ai festival  ma fa crollare il box office, mentre quelli snobbati alle mostre internazionali con i loro mirabolanti incassi  mantengono l’intero sistema. E via di seguito, tra commissioni ministeriali che conferiscono fondi a chi già ne ha, autori … continua a leggere »

Catalogato in La fabbrica del cinema | Lascia un commento

Qui finisce…

…l’avventura su Splinder. Il resto continuerà, non appena saranno risolte alcune disfunzioni, in uno spazio mio, svincolato da piattaforme e comunità. Dovrei dire che dopo tanto tempo sono commossa etc etc che la partenza mi riempie di malinconia e invece niente di tutto questo. Sono solo ansiosa di andare. Non appena avrò tolto gli scatoloni dalla nuova casa, comunicherò l’ indirizzo.  A presto. Condividi suFACEBOOKTWITTEREMAIL

Catalogato in Uncategorized | 9 Commenti