Archivi Mensili: settembre 2010

Dreams feel real while we’re in them…..

.…………….It’s only when we wake up that we realize something was actually strange. Solo il cinema avrebbe potuto rappresentare  degnamente quel continuo avvicendarsi  veglia –  sogno – realtà di Inception, action movie psicolisergico, diretto da Cristopher Nolan, regista  che col gioco del comporre e ricomporre il sistema labirintico mentale si era già cimentato  in Memento,  incantevole lavoro degli esordi. Banda di incursori, esploratori, scippatori e manipolatori  si appropria dei sogni di alcuni manager  per carpirne … continua a leggere »

Catalogato in La fabbrica del cinema | 2 Commenti

Prima che il gatto canti

Crisi creativa del cinquantenne  regista emergente – che se continua con l’inattività rischia di non schiodare mai più dall’emergenza – corroborata dall’unica proposta che passa il convento : una storia da cucire intorno ad una insulsa diva della tivvù desiderosa di passare al cinema. Ovvio che con questi presupposti la crisi diventi blocco e il blocco, con annesse frustrazioni e senso d’inadeguatezza, un macigno inamovibile. Ma i guai non vengono mai soli. L’essere accidentalmente obbligato … continua a leggere »

Catalogato in La fabbrica del cinema, Venezia 2010 | Lascia un commento

Merci pour le chocolat

Avant, j’avais tendance à me rapprocher de plus en plus des acteurs. Je finissais par me dire: Tu ne vas tout de même pas faire que des gros plans, c’est du téléfilm ou bien il faut t’appeler Dreyer ! Bref, je passais mon temps à chercher ma place. Maintenant, je suis tout de suite où je veux. Claude Chabrol Condividi suFACEBOOKTWITTEREMAIL

Catalogato in La fabbrica del cinema, Se ne sono andati | 1 Commento

La vita senza Cleo

La vita di Johnny Marco, prototipo azzeccato del divazzo hollywoodiano, è presto detta : appartamento  allo Chateau Marmont sul Sunset Strip  – copia  conforme del castello di Amboise, un luogo a dir poco  terrificante –  ragazze,  feste, Ferrari nera, incontri, e manco a dirlo, noia mortale. Tant’è che oramai nemmeno lo spettacolino  a domicilio  di lap dance gemellare riesce a strappargli  – e  ce ne vuole di crudeltà  – un sorriso, mentre sul più bello … continua a leggere »

Catalogato in La fabbrica del cinema, Venezia 2010 | 2 Commenti

Da Venezia si vede Napoli

C’è il ragazzino del Vomero che vuole assolutamente  incontrare  i Roca Luce, gruppo Hip hop di Piscinola –  periferia nord della città ma come dire.. un altro mondo – C’è il cassiere di Poggioreale – Carcere con una grossa voglia  sulla fronte e il  vizio del gioco, unica passione, almeno  fino all’incontro fatale con una ragazza cinese. C’è il detenuto per stupro a Nisida che intrattiene una relazione epistolare con la sua giovane vittima nei … continua a leggere »

Catalogato in La fabbrica del cinema, Venezia 2010 | Lascia un commento