Archivi Annuali: 2011

Dispersione

Inseguiti, senza troppa convinzione, dalle forze dell’ordine in un’ operazione che nella sola località di Manduria impegna cinquecento uomini, i migranti cercano una via di fuga nella speranza di raggiungere – si presume –  parenti e amici residenti in altri paesi europei. Dopo un mese, della maggior parte,  non conosciamo ancora nazionalità e  status ma intanto, per non saper né leggere né scrivere, nei trasferimenti in nave,  come per i detenuti,  ritiriamo loro i lacci … continua a leggere »

Catalogato in Guerra e pace | 9 Commenti

Avvitati

Il colpo riesce a metà e sulle prime pagine la notizia del Miracolo di Lampedusa deve battersela con quella della Prescrizione Breve, un po’ per i metodi con i quali si è inteso stravolgere l’ordine del giorno, ma soprattutto  per l’ improvvida decisione di La Russa di sfidare i manifestanti fuori Montecitorio e successivamente di vantarsene in Aula con le conseguenze che sappiamo. Oggi non è andata meglio e dopo una seduta in cui gli … continua a leggere »

Catalogato in Palazzo | 4 Commenti

La leggenda dice che ci so fare

Agiografico in tutte le accezioni del termine e per il metodo di  ricostruire vita, opere – e pertanto miracoli – di Silvio Berlusconi attraverso un ineccepibile lavoro di cucitura di materiali d’archivio. Ortografia secca e precise imbastiture  per un lavoro raffinato in cui la non interferenza degli autori con la vicenda, genera un meccanismo narrativo che mette la definizione del personaggio – peraltro arcinoto – in sottordine rispetto alle ragioni del mito e dell’ascesa . … continua a leggere »

Catalogato in La fabbrica del cinema | Lascia un commento

Fronte interno

Il fatto che – come da dichiarazione del ministro degli esteri – anche noi abbiamo delle idee, è la prima buona notizia dopo giorni trascorsi a dar prova del contrario, ovvero : a rendere presentabile, rabberciandola, una maggioranza, a sgomitare, senza particolare esito, all’interno della coalizione dei volenterosi, ma soprattutto a inventarsi  nemici e competitori oltre quello naturale che, comunque la si veda, in questo particolare frangente, dovrebbe essere rappresentato da Gheddafi e dal suo … continua a leggere »

Catalogato in Guerra e pace | 5 Commenti

From the halls of Montezuma to the shores of Tripoli?

Impegnati  come siamo, chi con lo scacchiere, chi  a mettere insieme la contabilità dei tomawhks con  quella dei rischi e dei vantaggi, chi  a raccontare l’abilità strategica di cui disponiamo – o meno, chè tanto è lo stesso – o a interrogare le stelle su quanto durerà o a spremere le meningi sui trattati internazionali e sulle risoluzioni (auguri) Onu, nessuno più si cura  del popolo libico, nè degli shabab, i giovani combattenti , che … continua a leggere »

Catalogato in Guerra e pace | 10 Commenti