La leggenda dice che ci so fare

Agiografico in tutte le accezioni del termine e per il metodo di  ricostruire vita, opere – e pertanto miracoli – di Silvio Berlusconi attraverso un ineccepibile lavoro di cucitura di materiali d’archivio. Ortografia secca e precise imbastiture  per un lavoro raffinato in cui la non interferenza degli autori con la vicenda, genera un meccanismo narrativo che mette la definizione del personaggio – peraltro arcinoto – in sottordine rispetto alle ragioni del mito e dell’ascesa . Rintracciando queste ultime  in una sintonia col popolo italiano che trascende la rappresentanza fino a sfiorare o immergersi nell’identificazione.


Dunque non un pamphlet antagonista con una serie di tesi da dimostrare ma semplicemente un film di montaggio con la storia di Silvio Berlusconi raccontata in presa diretta e viva voce dallo stesso protagonista. Supplente Neri Marcorè quando manca il titolare.



Un sollievo per chi è stanco di misfatti,  di date e indagini, di contestazioni di reato e sentenze. Sedersi in sala per credere. Magari osservando le reazioni del pubblico, deliziate per comicità involontaria o sinceramente affascinate dalla vicenda umana e politica che si  svolge innanzi ai loro occhi.

Quando si dice un film per tutti.


Oppure un modo per far prendere una vacanza al Berlusconi che è in noi.


(Nelle manifestazioni di ieri al Palazzo di Giustizia di Milano, una sorta di postfazione al Berlusconi forever di Rizzo, Stella, Faenza Macelloni :

Due sparute fazioni, una di sostenitori, l’altra di detrattori (entrambe in costume), si contendevano il Divo che, all’interno di una berlina scura e con tanto di scorta a piedi, faceva il suo trionfale ingresso per presenziare, dopo otto anni, ad un’udienza tecnica del procedimento Mediatrade. In aula è successo assai poco ma gli strepiti, i titoli, i telegiornali, le interviste gli slogan,  i predellini, gli striscioni e le note di colore sono state tali da far impallidire il rumore che producevano le udienze  dell’affaire Dreyfuss.

Il tutto preceduto al mattino, da una telefonata a Rete di proprietà, in diretta, durante una trasmissione condotta da uno dei Fedeli, tanto per ribadire la propria innocenza e lamentare le solite  persecuzioni. Silvio forever. Facciamo Silvio basta?)




Silvio Forever è un film di Roberto FaenzaFilippo Macelloni del 2011, conSilvio Berlusconi. Prodotto in Italia. Durata: 85 minuti. Distribuito in Italia da Lucky Red

Questo post è catalogato in La fabbrica del cinema. Vai al permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.