Cheek to cheek

Date una rappresentazione, vi applaudono, e di colpo voi pensate di essere arrivati al sospirato successo. Rientrate a casa felici, fino al momento in cui soffermandovi davanti al
televisore, vedete per caso Astaire ballare. E allora, tutto quanto è rimesso in discussione…”.

Mikhail Baryshnikov (ballerino classico)

Sono famose sequenze da Cappello a Cilindro del 1935 . Ci sono in questo film ,gli equivoci, i bisticci ,gli scambi di persona della piece classica, c’è una Venezia tutta ricostruita in studio, acqua e gondole comprese che più fiction di così, non si potrebbe.E poi c’è Ginger Rogers che canta “The piccolino” mentre una coreografia strepitosa allude alla tarantella. Ma soprattutto c’è la grazia,l’eleganza e l’assoluta perfezione stilistica di Fred Astaire tutta  inscritta in un insieme di Eccellenza in cui ognuno ,dal primo attore all’ultimo generico, concorre alla realizzazione del Sogno.Il Grande Cinema, è qui.

Cappello a Cilindro (Top Hat) è un film di Mark Sandrich con Fred Astaire,Ginger Rogers ,Edward Everett Horton.Musica e parole di Irving Berlin Coreografie di Hermes Pan.Prodotto da Pandro S. Berman.

Questo post è catalogato in La fabbrica del cinema and tagged . Vai al permalink.

1 Commenti

  1. piccerella commenta:

    rientrata come promesso e come previsto!non mi lamento,no!anche se poi con la scusa del “lamentarmi” vi racconto tutti i fatti miei eh? :)-buon anno a tutti!

    asietta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.