Cartoline dalla Vetrata (con Cerimoniali )


Ad ogni crisi. Prima di tutto il Cerimoniale : per ogni partito convocato :  assetto minimal :  leader, capogruppo al senato, capogruppo alla camera, portavoce.Ovvero, versione extended : tutti quelli già detti, più : Grande Vecchio (qualora se ne annoveri uno) o personaggio pari prestigio . Drappelli che si avvicendano tra Studio alla Vetrata e, finito il colloquio col presidente, postazione  stampa, un gruppo via l’altro . Certo arrivati fin lì ( il Colle è una bella scarpinata persino in autoblù) i toni si stemperano per cui Bossi deve lasciare il suo  ciapum el canun in anticamera accanto ad analoghi propositi di marce su Roma per reclamare , a consultazione aperte e governo dimissionario, il voto anticipato. Ma non è tutto . Ad ogni crisi , il vocabolario si amplia  governo di scopo ( come le tasse) o governo a termine (come i contratti)  governicchio (come gli avvocati da poco) ma alla fine del giro di consultazioni non c’è variazione lessicale che tenga , ognuno rimane sulla propria posizione. Cioè quelli del cogli l’attimo – al voto! al voto! al voto! –  nella speranza che i sondaggi si materializzino in consensi e che lo scontento porti loro in dono anche gl’incerti e quegli altri del Tempo delle Riforme, della Riforma , magari anche solo del Referendum., sperando di riprendersi e di riallacciare i rapporti con l’elettorato . Ma la crisi non è affare di semplice ingegneria elettorale , già di per sè complessa. Se i temi che pur vengono agitati in scomposte strumentalizzazioni tivvù , avessero una qualche chanche di non essere puri manifesti o capziose testimonianze di cumuli,di dissesti e di obblighi domiciliari, dovrebbero trasformarsi in Volontà , e la Volontà  in Fare Politico e il Fare Politico poggia su Regole e noi sappiamo di averne non più sufficienti a contenere l’urgenza, le necessità, il nostro essere in Europa . Aggiudicarsi la terza insalatiera non sarà sufficiente. La Casa delle Libertà si presenta al voto schierando diciassette formazioni  che sarebbero la versione semplificata di ventisei tra gruppi e partiti .Il leader della coalizione è quello del 1996 e del 2001, il sistema elettorale è lo stesso che connesso con l’eterogeneità della compagine di governo, può  produrre l’ingessatura dell’intero Sistema. I pronostici, per quanto rosei possano essere, assegnerebbero al Senato pochi voti di scarto agli eventuali prossimi titolari di palazzo Chigi  e se è pur vero che il centro destra ha dimostrato miglior capacità di comporre i propri dissensi, non ci sono egualmente garanzie sufficienti di stabilità. Mi colpisce che l’espressione più utilizzata dal centro destra in questo frangente sia perdere tempo riferito alla scrittura di Regole basilari per la democrazia. L’immagine suggerita è quella del Cerimoniale, dei bizantinismi,di un Paese che si ferma mentre il Parlamento si occupa di formalità.Cosìnon è. Abbiamo impiegato un’intera stagione a prendercela con la Casta enumerandone le malefatte, la protervia, la litigiosità l’allontanamento dal paese reale e adesso abbiamo urgenza estrema, di correre a ricostituire quel sistema per di più a regole e personaggi pressocché immutati? Non abbiamo da perdere che le nostre catene, come diceva quello, a dar retta a Franco Marini non fosse altro per la sua scarsa inclinazione cerimoniale.

Questo post è catalogato in Palazzo and tagged . Vai al permalink.

5 Commenti

  1. stefanomassa commenta:

    complimenti

    stef

  2. paps46 commenta:

    ehi sed, repubblica favoleggia su un ticket presidenziale Obama – Hillary (non si sa chi vice di chi, naturalmente): cosa ne pensi?

  3. dizaon commenta:

    queste urla “al voto, al voto” mi fanno pensare ad un incendio nella casa italia …

  4. sedlex commenta:

    La fonte è americana,Paps, ( i rumors però hanno avuto ragione con Giuliani) Edwards si è ritirato mo’ abbiamo pure il superthursday ..(siamo già pronti con le tabelle eh…) vedremo,credo che il Partito voglia decidere più in là obbedendo comunque ad un desiderio degli elettori che hanno chiesto unità e meno liti ( anche da quelle parti)Sarebbe una cosa da mal di fegato per noi….

  5. sedlex commenta:

    Cara la mia Dizà,l’incndio c’è già stato e pure il terremoto.Ora siamo alle pestilenze ( e speriamo che sia finita qui…ma dubito)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.