Tag Archives: di me

Distacchi

  I distacchi, avvertono i conoscitori dell’animo umano, sono fondamentali opportunità di crescita. Quando me lo dicono, domando se per caso non vi siano modi meno dolorosi di quelli del lutto, evento realmente definitivo e proprio per questo inspiegabile. Ovvero – ma questo lo tengo per me, temendo di passare per presuntuosa arrogante – se io non sia sufficientemente cresciuta , alla mia non tenera età, da non aver più bisogno di questi strappi per diventare grande. L’elaborazione del lutto … continua a leggere »

Catalogato in di me | Tagged | 6 Commenti

You sold your soul to the devil when you put on your first pair of Jimmy Choo’s, I saw it.

Tu hai venduto l’anima al diavolo quando hai indossato il tuo primo paio di Jimmy Choo. Ti ho vista. Dice Emily ad Andrea in The devil wears Prada. E in effetti dietro questa polacchina – che definirei da diporto – della collezione invernale, coda, forcone e zoccolo un po’ s’intravedono. Siamo grati alla commedia americana ( in genere) per l’intelligente divertimento e gli utili consigli di stile. Le scarpe poi –  io me lo ripeto da sempre … continua a leggere »

Catalogato in di me | Tagged | 3 Commenti

Qui ( tutto il meglio è già qui )

Mia zia ultraottantenne gioca a canasta o a ramino al mercoledì con alcune sue ex compagne di collegio. Ad altre, sparse in varie città,telefona o  scrive vere lettere con busta e francobollo. In queste occasioni apparentemente futili e ripetitive – siamo in pieno zibibbo al lampo che fu – è nascosto il segreto del non perdersi di vista. Mio padre, per lo stesso motivo,  vede con regolarità e organizza viaggi con gli amici di sempre. E anch’ io, ho … continua a leggere »

Catalogato in Uncategorized | Tagged | 4 Commenti

Scene di caccia al topo di fiume

Siccome per la battuta di caccia serale, la scelta del territorio spetta a lui, la meta è sempre la stessa : l’Isola o le banchine circostanti. Presumibilmente per quell’illusione di “natura selvaggia” che flora fauna & fiume offrono tra Ponte Sublicio e Ponte Garibaldi. Il Gianicolo, Riserva preferibilmente diurna, non offre le stesse chances di avventura A destinazione potremmo arrivare imboccando il  viale, dritto per dritto, e invece niente. A lui piace prenderla alla larga, passare per Porta Portese costeggiando il San … continua a leggere »

Catalogato in di me | Tagged | 3 Commenti

Stefano

Le cose andarono così, come lui le ha cantate in Bologna 77 . Dietro a quei testi senza complicazioni all’apparenza, c’era un sentire comune. E abitudini di vita. Lo salutiamo stamattina in Santa Maria, la chiesa che si trova girato il vicolo. Quello in cui, Stefano sta appostato, minaccioso. Condividi suFACEBOOKTWITTEREMAIL

Catalogato in Musica | Tagged | 3 Commenti