Archivi Mensili: novembre 2006

Show me

I registi sono così :a sentire loro,non raccontano,non criticano,non graffiano,non lanciano messaggi,non denunziano (anzi, in una delle ultime interviste, Tornatore ha pure detto : “per le denunzie rivolgetevi alle autorità) e soprattutto guai a chiedergli di decodificare i simboli e le metafore di cui sono abbondantemente cosparse le opere loro (persino Fellini aveva la faccia tosta di andare in giro a raccontare che “Prova d’orchestra” non conteneva presagi di sorta.).Con  Altman succedeva più o meno la stessa cosa: … continua a leggere »

Catalogato in La fabbrica del cinema, Se ne sono andati | Lascia un commento

E’ del cucinier infin la meraviglia

 “R-evolucìon “, impone il manifesto  dell’ottava edizione del “Mejor de la gastronomia” a San Sebastian in Spagna,come dire che tutto si rinnova fin oltre l’immaginabile e non solo perchè  la presentazione dell’aire de miel con flores y pistachos  di Ferran Adrià lascia intendere che qui non si parlerà ne’ di sfoglia ne’ di ragù ma anche che il tentativo di sintetizzare tradizione e avanguardia è oramai una pratica evasa.Qui si discute di come la cucina possa … continua a leggere »

Catalogato in libri | Lascia un commento

Marie Antoinette

  Via le Norma Shearer – pensa ..mamma sarò regina ….regina di Francia –  via i John Barrimore, via Robert Taylor, legnosissimo e castissimo Fersen e via pure tutte le Marie Toinette del passato,magari teniamo a portata di mano “La presa del potere da parte di Luigi XVI” di Rossellini  per quella concentrazione in un solo luogo, Versailles,di complessi processi storici politici ed esistenziali,la Religiosa di Rivette per il punto di vista femminista sul 700 … continua a leggere »

Catalogato in La fabbrica del cinema | Tagged | Lascia un commento

Peggio dei Bulli

Peggio del bullismo, c’è solo un dibattito on line sul bullismo con partecipazione di addetti ai lavori (scolastici) più genitori e studenti.Si fa il punto sulla scuola nei termini noti, di agenzia educativa che non riesce più a espletare la propria missione.Mentre leggo le prodezze di un insegnante che grazie alla propria costituzione atletica riesce a domare le classi e ne illustra al forum le modalità ( ma poi diventiamo amici…) continuo a pensare che la scuola ha … continua a leggere »

Catalogato in Uncategorized | Tagged | Lascia un commento

Very Short Stories

Hemingway una volta scrisse un racconto in sei parole: “vendesi scarpe da bambino, mai usate”, e qualcuno giura che considerasse questa la sua opera migliore.La rivista americana Wired  ha raccolto l’idea e chiesto a trentatré scrittori, sceneggiatori, registi e attori di cimentarsi in questo particolare genere letterario.Il regolamento prevede che  il racconto debba  contenere sei parole, non una di più,non una di meno. Punteggiatura quanto basta.Una scelta dei racconti è stata pubblicata sulla rivista. Ne erano avanzati cinquantanove, … continua a leggere »

Catalogato in Americana | Tagged | Lascia un commento