Archivi Mensili: marzo 2009

Un singolare caso di coscienza

Poichè le storture non possono che generare altre storture, il semplice annuncio dell’introduzione del reato di clandestinità, ha già prodotto soddisfacenti risultati in termini di miglioramento della convivenza civile : due casi di lebbra a Milano e due di TBC sempre al Nord. Se tanto mi da tanto, si può immaginare cosa potrebbe accadere se la Legge passasse così com’è. Cioè come Lega Nord, per bocca di Umberto Bossi stesso,  desidera. Il reato in questione, … continua a leggere »

Catalogato in Uncategorized | Tagged | 2 Commenti

Che barba che noia che rabbia ( quei bravi ragazzi)

L’ultima borchia al ritratto di famiglia prima dello scioglimento del partito – che avverrà sabato prossimo –  la scolpisce Bruno Vespa schierando in studio cinque esponenti AN di differenti generazioni e tre giornalisti  – Pansa, Feltri e  Sansonetti – a garantire pluralismo e a commentare il tutto. Certo, per costruire un’immagine dignitosa al Movimento Sociale – antesignano di Alleanza Nazionale –  che fu fondato nel 1946 da un gruppo di ex repubblichini, non è sufficiente un semplice sforzo di fantasia ma per … continua a leggere »

Catalogato in Uncategorized | Tagged | 3 Commenti

What the hell does everybody want with my Gran Torino?

Parcheggiata la Ford Gran Torino verde al centro della storia, Kowalski – Eastwood siede nella veranda della sua casa di Detroit che, come da allusiva inquadratura dal basso, pare l’Abramo Lincoln del Campidoglio. Un cimitero di lattine di birra vuote e l’espressione rabbiosa e disgustata – almeno per buona parte del film – raccontano la difficoltà ad accettare probabilmente l’età, la recente perdita della moglie ma soprattutto quel senso d’impotenza che nemmeno il Garand e la Colt 45 custoditi gelosamente in casa – … continua a leggere »

Catalogato in La fabbrica del cinema | Tagged | Lascia un commento

Che barba, che noia

Tra il Cioni di pattuglia –  che abbiamo preso il graffitaro –  e il Renzi additato futuro leader nazionale – che vuol cambiare la costituzione e il welfare – ci sarà pure dell’Altro in questo partito (che non c’è) e nella città di Firenze, messi in scena da Annozero giovedì scorso. Certo abbiamo potuto vedere  la Casa del Popolo semideserta quando si parla di politica e affollata nei pomeriggi dedicati al liscio – dopo Giuseppe Bertolucci il fatto … continua a leggere »

Catalogato in Uncategorized | Tagged | 14 Commenti

Se l’Eden è a ovest

Il clandestino Scamarcio – accusano con severità e pedanteria, i Soliti  – è troppo bello e levigato per essere vero. E dall’ex fuggiasco Gavras, ci si aspettava uno stile di denunzia più incisivo e  militante. Ovvero come introdurre un film sul Pregiudizio attraverso una serie di Stereotipi. Ma Costa  – splendido ottantenne, ex fuggiasco dall’orribile dittatura, oramai parigino di adozione – pensa a Omero e a Charlot,  distribuendo ampie citazioni  nel racconto, ma soprattutto affrontando volutamente  un tema drammatico – l’immigrazione – … continua a leggere »

Catalogato in La fabbrica del cinema | Tagged | 16 Commenti