Archivi Annuali: 2013

Ah se mia foste…

Chi ieri sera lamentava la mise en scéne azzardosa non ricorda le madame Butterfly vestite come Suzie Wong  a scrutare il fil di fumo dalle finestre di un bordello a Nagasaki o su una sponda livida del mar del Giappone circondate da frantumi di specchi per tutti e tre gli atti. O le Turandot tra capoccioni di cartapesta issate su praticabili scenici più somiglianti alle ringhiere di periferia che alle terrazze della Città Proibita. Del … continua a leggere »

Catalogato in All'Opera | 5 Commenti

Blue moon (without a dream in my heart without a love of my own)

       Ingredienti di un film riuscito :    Raccontare un  Dalle stelle alle stalle senza che il più piccolo spiraglio di  redenzione attenui la caduta. Servirsi di un montaggio  a cuci e scuci, ritaglia e ricuci funzionale ad un racconto tutto giocato intorno alla decostruzione del  personaggio principale. Avere nella testa Tennessee Williams e nelle corde A streetcar named desire. Alludere alla Contemporaneità con durezza che sfuma appena in ironia. Affidare il tutto ad … continua a leggere »

Catalogato in La fabbrica del cinema | 2 Commenti

Il giorno dopo

     Della giornata di ieri  ricorderemo il freddo e le parole grosse, l’enfasi delle tribune e le signore in gramaglie, la regia mal orchestrata – qui via del Plebiscito, a voi Palazzo Madama –  di un finale fuori sincrono e infine la rinuncia all’esibizione serale in favore  di un ritorno a casa per cenare in famiglia.   Spero che nel ritorno alla normalità – che tutti invocano stamane –  sia contenuto anche il recupero … continua a leggere »

Catalogato in Nuovo Palazzo | 4 Commenti

Ruote carri & tir (due)

  Jared ringrazia – I chili persi da Mc Conaughey – celebrati almeno quanto quelli presi da De Niro per fare Jake LaMotta – qui non c’entrano. L’ interpretazione è talmente concentrata a rendere insopportabile e ripugnante  Ron Woodroof  che la spettrale magrezza diventa un dettaglio. Texas, metà anni 80, quelli in cui l’AIDS era chiamata peste del millennio, veniva associata all’omosessualità e mieteva vittime  non solo per l’HIV ma anche per  paura, pregiudizi e … continua a leggere »

Catalogato in La fabbrica del cinema, Romafilmfest 2013 | Lascia un commento

Ruote carri & Tir

Prima festival, poi festa, poi festa trattino festival, larghe intese dove ti giri ( l’ anno prossimo chissà, sempre nella speranza che a qualcuno non venga in mente di chiamarlo  Sagra) E ad ogni  cambio un sobbalzo legato alla destinazione d’uso e alla politica invadente con ovvio codazzo di polemiche. Stavolta meno: meno sponsor ma anche meno sventolii di amministratori locali  sul tappeto rosso,  il che è sempre bene, mentre problemi più urgenti – crisi, debiti, magro … continua a leggere »

Catalogato in La fabbrica del cinema, Romafilmfest 2013 | 2 Commenti