Archivi Mensili: novembre 2015

Liberté

La folle corsa di Anna, Sami e Claude nel tentativo di visitare il Louvre in meno di 9 minuti e 45 secondi, il madison improvvisato dai tre amici  in un bistrot, Parigi (coprotagonista) con la nebbia e infine il cuore del film : l’ inquadratura fissa  di Anna nel metrò mentre sullo sfondo passa casualmente l’indicazione di una fermata : Libertè. Inutile tirare in ballo i Rafale,i droni, la religione, lo stile di vita e … continua a leggere »

Catalogato in Guerra e pace, La fabbrica del cinema | 4 Commenti

Il cinematografo è una malattia ! (tre : certified fresh of 92%)

  I conti non tornano se la nipote scambia la Mistique Feminine della nonna con la mercenaria blu della Confraternita dei Mutanti Malvagi. Paul Weitz, regista di giocattoloni ben messi, lo sa e convoca Lily Tomlin – finalmente un ruolo da protagonista –  per raccontare una storia in cui si muovono  tre generazioni di donne da orlo della crisi di nervi. Tutta colpa della rivoluzione fallita o incompiuta o interrotta forse dall’ottenimento appagante delle piccole … continua a leggere »

Catalogato in La fabbrica del cinema, Romafilmfest 2015 | 7 Commenti