Archivi Mensili: marzo 2008

Cinque lettere che sembrano vernice fresca (Rosso)

Avete pagato caro non avete pagato tutto. Minacciosa sintesi di una  deriva del Presente. Ovvero un messaggio respinto dal destinatario, ma anche  sottotitolo del libro  Rosso (1973 – 1979). A trent’anni dalla fine delle pubblicazioni esce la raccolta completa dell’omonima rivista che faceva capo all’area dell’ autonomia milanese , approdo di trasmigrazioni e diaspore:  dal Gruppo Gramsci a Potere Operaio dopo lo scioglimento del Convegno di Rosolina. Vista la pletora di pubblicazioni  commemorative su sessantotto e seguenti, vale … continua a leggere »

Catalogato in libri | Tagged , | 2 Commenti

In mid career ( e scusa se è poco )

Lui , i personaggi dei suoi film, prima  li disegna , un po’ come faceva  Fellini con la Saraghina o la Gradisca. Il tratto è bello nitido, entusiasta,  i colori brillanti e accanto ad ogni figurina, in tutto e per tutto somigliante all’attore cui sarà destinata quella  parte, annotazioni e freccette puntate su  particolari – colorazione innaturale –  e la freccetta è orientata  su  una coda di cavallo biondo periferia di tutte le città – piercing al belico – (Livorno Livorno) … continua a leggere »

Catalogato in La fabbrica del cinema | Tagged | Lascia un commento

L’élégance du hérisson

  So poco di Muriel Barbery se non che insegna filosofia a Bayeux (patria dell’omonimo arazzo) e che il suo ultimo romanzo L’eleganza del Riccio – L’élégance du hérisson -  ha vinto tutto quello che c’era da vincere in materia di premi letterari francesi e non , venduto cinquecentomila copie e i diritti al Cinema e che tutto ciò le è valso in Francia la definizione di  fenomeno letterario dell’anno. Il suo editore Gallimard,  ha  fasciato il  libro con una striscia di carta … continua a leggere »

Catalogato in libri | Tagged , | 6 Commenti

A touch of bling

Alla prima tappa della campagna pour  se représidentialiser , Niko approda dopo aver letto con attenzione – pena l’incidente diplomatico – la nota del Cerimoniale di Sua Maestà Britannica che quanto a complicanze è secondo solo a quello dell’Imperatore del Giappone. La  première dame de France pure ha avuto  il suo bel dafare  tra approvvigionamenti di guanti e cappellini obbligatori – tutto scritto e prescritto,  dall’abito al mouchoir – ( e chi se la scorda Danielona … continua a leggere »

Catalogato in Élysée | Tagged | Lascia un commento

Un esercito all'altar ! (vecchia canzone in onore di Pio XII)

Mi piacciono tutti quei laici, atei, agnostici e senzaddio che, per coglierne le contraddizioni, mai perdono l’abitudine di spiegare ai cattolici intransigenti quale sia la reale essenza del cristianesimo, religione di pace, fratellanza e amore le cui manifestazioni , retaggio di intimi rapporti col Trascendente, pretenderebbero più adatte alle Porziuncole che al Colonnato del Bernini. Un bell’ardire con un Pontefice che non manca di sollecitare la Presenza Cristiana nella vita civile e che a Regensburg, più che … continua a leggere »

Catalogato in Uncategorized | Tagged | 13 Commenti