Archivi Annuali: 2010

Libera iniziativa

La prima perla del Festival si deve a John Landis, presente  nella sezione Extra –  dunque per imperscrutabili  ragioni, non in concorso  – con una black horror medical gotico demenzial  – le definizioni si sprecano  ma servono tutte – comedy :  Burke & Hare, provocatorio racconto tra storia, letteratura ( Stevenson) cinema d’antàn e  leggenda, ambientato ad Edimburgo e da quelle parti,  ancor oggi,  doverosamente sfruttato a fini turistici. Siamo nel XIX secolo, una coppia … continua a leggere »

Catalogato in La fabbrica del cinema, Romafilmfestival 2010 | 3 Commenti

Anita

“Tu vai sempre dritta, ma piano there below. Devi camminare come una Dea, capito? Always smiling, ricòrdate…Anita mi senti ? Quando sei in fondo passi una mano sulla cascata. Capito?Per te la cascata è un’arpa d’acqua.  Smile Anita. Thank you.” All’una e mezza Anita Ekberg era la sola cosa che si muovesse in piazza Fontana di Trevi. Camminava adagio con i capelli sciolti sulla schiena nuda. Forse non assomigliava precisamente ad una Dea ma non … continua a leggere »

Catalogato in La fabbrica del cinema, Romafilmfestival 2010 | 3 Commenti

Le prossime notti

Quando Rulli  ha chiesto ai manifestanti due T shirt Tutti a casa per Eva e Keira, si è pensato ad una boutade. E invece dopo essersi fatte spiegare  le peripezie del movimento e i tagli al FUS, Mendes e Knightley sono arrivate assieme a Guillame Canet e alla regista Massy Tadjedin per annunciare al microfono che avrebbero rinunziato alla passerella in segno di solidarietà ai colleghi in lotta. Volentieri hanno pure aggiunto. Tutto questo mentre … continua a leggere »

Catalogato in La fabbrica del cinema, Romafilmfestival 2010 | Lascia un commento

La festa non comincia se…

Tutti a casa.  Come omaggio al Maestro Comencini. Come orgogliosa  constatazione  :  noi qui – cioè alla Casa del Cinema simbolicamente occupata anche contro la politica culturale della Giunta Alemanno – siamo a casa nostra. Come invito al  Governo : Tutti a casa! E poichè siamo alle solite e cioè punto e daccapo :  i finanziamenti pubblici sono ridotti al lumicino, una legge di Sistema come è negli altri paesi, sembra di là da venire … continua a leggere »

Catalogato in La fabbrica del cinema, Romafilmfestival 2010 | Lascia un commento

C’è rimasto solo il cavallo

Il  post sulla RAI si è irrimediabilmente volatilizzato in un – ennesimo ! – trasferimento.  Anche se non sembra, qui si continuano a fare capriole alla ricerca dell’Ottimizzazione costi quel che costi. Perdersi i pezzi per strada è solo uno degli effetti collaterali. Mi spiace per il commento in calce  che era di Rear col quale mi scuso,  offrendo, a mò di piccolissimo risarcimento, la menzione (e il link che comunque si era già meritato.) … continua a leggere »

Catalogato in Uncategorized | 5 Commenti