Archivi Mensili: ottobre 2011

Parossistiche vibrazioni

Dopo the talking cure, ecco qui un altro  dangerous method tardo ottocentesco per il trattamento dell’Isteria, sempiterno e sbrigativo contenitore diagnostico delle più diverse forme reattive, ivi comprese quelle che di patologico hanno ben poco. Siamo a Londra in epoca vittoriana, nello studio del Dottor Dalrymple,specialista in malattie femminili,  che sottopone le sue ricche pazienti affette da malinconia, frigidità, ansia, rabbia,aggressività, irritabilità, a massaggio pelvico continuativo.Fino al raggiungimento, cioè, di quello che, all’epoca dei fatti, … continua a leggere »

Catalogato in La fabbrica del cinema, Romafilmfestival 2011 | 1 Commento

Acqua fresca

La missiva tanto sofferta altro non conteneva  che il  solito bric à brac  di cose date per fatte – ma solo annunciate – e altre impossibili da realizzare in tempo utile.E poi ancora tagli, mobilità e cassa integrazione agli statali, licenziamenti più facili che, bocciati ad agosto, rispuntano in autunno e palazzi for sale.Senza dimenticare il già previsto pensionamento (a 67 anni) del 2026 e il resto del corredo finto-liberale che va sotto il nome … continua a leggere »

Catalogato in Palazzo | 4 Commenti

Morte di un tiranno (la pistola d’oro)

Rivendicando pubblicamente il diritto di uccidere il tiranno, i ribelli avevano già escluso l’eventualità che una corte internazionale si incaricasse di un regolare processo. Ben sapendo che,  in nessun caso, il verdetto avrebbe potuto significare sentenza di morte e che pertanto la Vendetta si sarebbe consumata solo in piccola parte, si sono fatti giustizia da sé. L’Occidente, del resto, con buona pace dei mandati di cattura internazionali, che avrebbe  mai potuto  farsene di un imputato … continua a leggere »

Catalogato in Guerra e pace | 4 Commenti

Chi vuol intendere…in tenda

Chi vuol intendere …in tenda, avverte uno striscione dell’ accampada romana in  piazza Santa Croce in Gerusalemme ( qui sopra c’è quella londinese davanti alla cattedrale di Saint Paul, in piena City, come da aplomb del casuale visitatore). Di questo movimento mi colpisce la volontà precisa, al limite della pedanteria, di cercare  modi  altri , piùttosto che semplicemente nuovi, del proprio Fare Politico. L’effetto è tale che, pur nell’ovvio divario generazionale (eh sì) ivi compresa qualche perplessità … continua a leggere »

Catalogato in rise up | 2 Commenti

N’importe lequel pourvu qu’il batte Sarkozy

I socialisti francesi che, in più circostanze, hanno affermato di essersi ispirati alle primarie del PD, ci restituiscono immediatamente una lezione. N’importe lequel pourvu qu’il batte Sarkozy – l’espressione è tratta da alcune dichiarazioni rese ai seggi nelle banlieues –  che poi sarebbe l’applicazione  del più politichese  Critère de l’efficacité (pour battre Nicolas Sarkozy) che dovrebbe ispirare  la scelta  in ogni doppio turno. Dunque, non il candidato  ideologicamente più compatibile con l’elettore, ma quello che … continua a leggere »

Catalogato in Primaires citoyennes | 8 Commenti