Archivi Mensili: febbraio 2013

Le fou de guerre

  (Dino Risi diceva che Grillo s’era buttato in politica  perché come attore valeva poco  :  Ha capito cosa rende e se la sta inventando. Ha intuito che dire le cose da bar è un’attività redditizia. Niente di meglio per gli italiani, che aspettano sempre il capopopolo di turno. Ha fatto un po’, con maggior successo, quello che hanno tentato Celentano e tanti altri. Anche Umberto Bossi, se vogliamo. Ma state tutti attenti: Grillo non … continua a leggere »

Catalogato in Elezioni 2013 | 9 Commenti

Ci sono palchi e palchi

    La brutta campagna  – non che se ne ricordino di propriamente belle ma fin dal primo momento s’è deciso che questa dovesse essere la più brutta e così si è continuato a definirla – si conclude con anziani  predicatori e inappropriati slogan di gioventù – la loro –  innanzi a piazze  arrabbiate ed osannanti. Così persino l’Immagination au Pouvoir irrompe sul sagrato della Basilica  di San Giovanni strappando la lacrimuccia ai nostalgici – che non … continua a leggere »

Catalogato in Elezioni 2013 | 2 Commenti

Break the chain

  Molla tutto e vieni a ballare con noi. Informazioni, coreografia, dress code, volantini, manifesti,  indirizzi della tua città  e tutto il resto del corredo qui (Roma qui)   Condividi suFACEBOOKTWITTEREMAIL

Catalogato in rise up | 1 Commento

Governare la barca di Pietro (o qualsiasi altra)

      Se il Ministerium è servizio e non pura e semplice gestione del Potere, motivazioni, energie e capacità neuronali attive si rendono indispensabili ad affrontare  tempi  in sempre più rapida mutazione.Un problema di età che avanzando affievolisce la sintonia con la contemporaneità e rende meno efficace l’elaborazione di  progetti per il futuro.   E’ possibile che, come qualcuno ha prontamente osservato, Joseph Ratzinger intenda  – altro che vita monastica – condizionare  egualmente il … continua a leggere »

Catalogato in Oltrefiume | 3 Commenti

Federatori di scontento (tutto è condonato)

        Vent’anni dopo le promesse di rivoluzione liberale e cambiamento – sembra ieri, ma solo  perché qui da noi tutto quello che è successo ha prodotto, in termini di evoluzione  politica e sociale, risultati prossimi allo zero –  con un paese ancora da salvare – molto più dalle proprie endemiche cancrene che dalle arcinote tempeste internazionali – ci ritroviamo di nuovo alle soglie di una Scelta che si vorrebbe di radicale cambiamento … continua a leggere »

Catalogato in Elezioni 2013, Palazzo | 4 Commenti