Famola strana due (zero virgola)

Mentre tutto l’arco parlamentare  è alle prese con marchingegni e ispirazioni geografiche  che  rendano,  via via , la riforma elettorale più lontana possibile dal rischio che il fantasma del Proporzionale Precedente , torni a manifestarsi con tutto il suo carico di opacità in termini di assetti politici e istituzionali , ovvero che si salvi il sistema bipolare, ovvero che si scongiuri il prodursi  dell’effetto Grosse Koalition, ovvero che si garantisca il pluralismo (cioè la sopravvivenza dei piccoli partiti) , il proliferare delle  proposte afferenti anche ai distinti interessi di bottega , sembra non cavare il ragno dal buco. In questo clima, sarebbe imprudente sperare che dall’incontro Berlusconi – Veltroni di oggi, possa scaturire una soluzione precisa a meno che entrambi non sposino la versione più ispanica della riforma tedesca (soli contro tutti e poi si vede) o sempre che non prevalga l’antica aspirazione di ciascuno : governare con il 51% senza averlo raccolto dalle urne, il che potrebbe essere  garantito dall’esito positivo dell’incombente referendum.In tutti i casi (ivi compreso quello referendario), un intervento coerentemente strutturato  su tre piani – Riforma Costituzionale, Legge Elettorale, Regolamenti Parlamentari, potrebbe rendere attivo e funzionale , il nostro Sistema bloccato.I sistemi elettorali spagnoli e tedesco lavorano su un numero di parlamentari sostanzialmente dimezzato,privi del bicameralismo perfetto e con poteri del Premier rafforzati rispetto al nostro. Senza considerare che è inutile stigmatizzare la frammentazione o pensare di contrastarne gli effetti  a colpi di percentuali di sbarramento, senza un regolamento che impedisca la formazione di gruppi parlamentari fuori dalle liste, i partiti piccoli  tenderebbero a convogliare i propri zero virgola nei partiti più grandi ,salvo poi tornare a scindersi alla prima occasione.A Veltroni l’arduo compito di smaterializzare il ricatto delle elezioni a breve sostituendolo con nuove ipotesi di confronto su Riforme a tutto campo.Dopo esserci goduti una settimana dal clima decisamente migliorato, un cauto ottimismo in tal senso, potremmo anche permettercelo.

continua…

Questo post è catalogato in Uncategorized and tagged . Vai al permalink.

6 Commenti

  1. dizaon commenta:

    in italia vi serve un bel regime presidenziale … altroché … abbiamo anche quello che fa per voi (spedizione a carico nostro)… che ne dici?

  2. anonimo commenta:

    Un giorno con Nalia ero arrivato a teorizzare come unica soluzione per questo Paese, una dittatura democratica. Già il fatto che sia un’ossimoro rende l’idea.

    Aloha StefsTM

  3. anonimo commenta:

    Un giorno con Nalia ero arrivato a teorizzare come unica soluzione per questo Paese, una dittatura democratica. Già il fatto che sia un’ossimoro rende l’idea.

    Aloha StefsTM

  4. anonimo commenta:

    Ammetto Sed, che su tutte queste ipotesi io ho decisamente alzato bandiera bianca da tempo. Di sistemi tedesco – spagnolo – greco ortodosso – non capisco un’acca. Spero che si arrivi ad un buon compromesso, che agli occhi di un elettore come me è solo uno: che il prossimo Governo possa governare. Un abbraccio, Sam

  5. sedlex commenta:

    Diza, facciamo a cambio però…nel caso, voi chi vi prendete? (deve essere piccolo,di destra,un po’ bete e un po’ mechant…fai tu)

  6. dizaon commenta:

    guarda che tale individuo ha frequentato l’elysée ai tempi della 5, canale commerciale fallito in poco tempo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.