Famola strana due (zero virgola)

Mentre tutto l’arco parlamentare  è alle prese con marchingegni e ispirazioni geografiche  che  rendano,  via via , la riforma elettorale più lontana possibile dal rischio che il fantasma del Proporzionale Precedente , torni a manifestarsi con tutto il suo carico di opacità in termini di assetti politici e istituzionali , ovvero che si salvi il sistema bipolare, ovvero che si scongiuri il prodursi  dell’effetto Grosse Koalition, ovvero che si garantisca il pluralismo (cioè la sopravvivenza dei piccoli partiti) , il proliferare delle  proposte afferenti anche ai distinti interessi di bottega , sembra non cavare il ragno dal buco. In questo clima, sarebbe imprudente sperare che dall’incontro Berlusconi – Veltroni di oggi, possa scaturire una soluzione precisa a meno che entrambi non sposino la versione più ispanica della riforma tedesca (soli contro tutti e poi si vede) o sempre che non prevalga l’antica aspirazione di ciascuno : governare con il 51% senza averlo raccolto dalle urne, il che potrebbe essere  garantito dall’esito positivo dell’incombente referendum.In tutti i casi (ivi compreso quello referendario), un intervento coerentemente strutturato  su tre piani – Riforma Costituzionale, Legge Elettorale, Regolamenti Parlamentari, potrebbe rendere attivo e funzionale , il nostro Sistema bloccato.I sistemi elettorali spagnoli e tedesco lavorano su un numero di parlamentari sostanzialmente dimezzato,privi del bicameralismo perfetto e con poteri del Premier rafforzati rispetto al nostro. Senza considerare che è inutile stigmatizzare la frammentazione o pensare di contrastarne gli effetti  a colpi di percentuali di sbarramento, senza un regolamento che impedisca la formazione di gruppi parlamentari fuori dalle liste, i partiti piccoli  tenderebbero a convogliare i propri zero virgola nei partiti più grandi ,salvo poi tornare a scindersi alla prima occasione.A Veltroni l’arduo compito di smaterializzare il ricatto delle elezioni a breve sostituendolo con nuove ipotesi di confronto su Riforme a tutto campo.Dopo esserci goduti una settimana dal clima decisamente migliorato, un cauto ottimismo in tal senso, potremmo anche permettercelo.

continua…

Questo post è catalogato in Uncategorized and tagged . Vai al permalink.

6 Commenti

  1. dizaon commenta:

    in italia vi serve un bel regime presidenziale … altroché … abbiamo anche quello che fa per voi (spedizione a carico nostro)… che ne dici?

  2. anonimo commenta:

    Un giorno con Nalia ero arrivato a teorizzare come unica soluzione per questo Paese, una dittatura democratica. Già il fatto che sia un’ossimoro rende l’idea.

    Aloha StefsTM

  3. anonimo commenta:

    Un giorno con Nalia ero arrivato a teorizzare come unica soluzione per questo Paese, una dittatura democratica. Già il fatto che sia un’ossimoro rende l’idea.

    Aloha StefsTM

  4. anonimo commenta:

    Ammetto Sed, che su tutte queste ipotesi io ho decisamente alzato bandiera bianca da tempo. Di sistemi tedesco – spagnolo – greco ortodosso – non capisco un’acca. Spero che si arrivi ad un buon compromesso, che agli occhi di un elettore come me è solo uno: che il prossimo Governo possa governare. Un abbraccio, Sam

  5. sedlex commenta:

    Diza, facciamo a cambio però…nel caso, voi chi vi prendete? (deve essere piccolo,di destra,un po’ bete e un po’ mechant…fai tu)

  6. dizaon commenta:

    guarda che tale individuo ha frequentato l’elysée ai tempi della 5, canale commerciale fallito in poco tempo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.