Archivi catalogati in: Se ne sono andati

Merci pour le chocolat

Avant, j’avais tendance à me rapprocher de plus en plus des acteurs. Je finissais par me dire: Tu ne vas tout de même pas faire que des gros plans, c’est du téléfilm ou bien il faut t’appeler Dreyer ! Bref, je passais mon temps à chercher ma place. Maintenant, je suis tout de suite où je veux. Claude Chabrol Condividi suFACEBOOKTWITTEREMAIL

Catalogato in La fabbrica del cinema, Se ne sono andati | 1 Commento

Forever young

Si scriverà nei prossimi giorni di Fernanda Pivano – che aveva l’inglese nel sangue – delle sue traduzioni : il Grande Gatsby, Addio alle armi, Antologia di Spoon River, Non si fruga nella polvere, l’Urlo, Sulla strada  ed altre ancora, della sua infaticabile attività di  critico, autorevole e –  rarità –  sempre disponibile a capire e sostenere le opere dei giovani e nuovi scrittori. Personalmente a Nanda Pivano devo l’opera di Bret Easton Ellis, sei libri da perdere la testa, nei quali non a torto, … continua a leggere »

Catalogato in Se ne sono andati | Tagged | 2 Commenti

A quell’omm

A me quel suo modo di comporre e cantare politico non è mai piaciuto, ho sempre pensato che tra i suoi testi e quella che comunemente viene definita retorica ci fosse un confine troppo tenue perchè potessero nascere vere emozioni. Della sua produzione mi porto dietro solo A quell’omm, un brano dedicato ad Elio Vittorini e Se qualcuno ti fa morto scritta per il Che. Per il resto la sua figura resta legata a cori sgangherati con maltrattamenti di strumenti musicali … continua a leggere »

Catalogato in Se ne sono andati | Tagged | Lascia un commento

Paiono traversie…

A nessuno veniva in mente che erano le tre di notte e che era ora di dormire .Si dice sventura , dolori – disse Pierre – ma se ora in questo istante mi dicessero vorresti tornare a essere quello che eri prima della prigionia o soffrire tutto da capo? Per carità, chiederei di nuovo la prigionia e la carne di cavallo. Noi pensiamo che quando siamo spinti fuori dal solito sentiero tutto sia finito per … continua a leggere »

Catalogato in libri, Se ne sono andati | Tagged | 1 Commento

Non bevi, non fumi, non guidi la macchina..ma ti godi la vita tu?

Risi aveva un talento speciale per raccontare le fasi di passaggio – epoche di transizione le chiamano , quei periodi della storia di un Paese , densi e complessi  in cui un’ aspra coabitazione tra passato e presente, quasi mai lascia intravedere un futuro definito. Le incertezze che ne derivano prendono pieghe diverse : speranza, curiosità,crisi ma anche orrore ed inumano cinismo. Poggiando su basi solide la sua leggerezza di narratore – in immagini, in prosa e anche in versi – che si risolve … continua a leggere »

Catalogato in La fabbrica del cinema, Se ne sono andati | Tagged | Lascia un commento