Significanti ( e ovviamente , significati)

A me non danno noia e se non danneggiano,come credo, i supporti sui quali sono collocati, possono anche essere lasciati dove sono.Piuttosto l’inquietudine è un altra : Possibile che nell’epoca della Comunicazione non si sia potuto trovare un simbolo meno aberrante ?

Questo post è catalogato in Modi e Mode and tagged . Vai al permalink.

36 Commenti

  1. lilas commenta:

    Tra l’ altro non sapevo che derivassero dal libro di Moccia, dato che ne avevo sentito parlare per quanto riguarda Firenze!

    La cancellata del monumento del Cellini viene utilizzata dagli innamorati per appendervi dei lucchetti con scritte a pennarello, simbolo di un legame amoroso che si vuole indissolubile; le chiavi del lucchetto vengono poi gettate in Arno affinché simbolicamente nessuno possa più toglierlo. Questa usanza, iniziata pare dai militari della vicina Accademia di San Giorgio alla Costa, risale a non più di venti anni fa e, da pittoresco souvenir, sta diventando una fastidiosa piaga da scoraggiare, per via dell’enorme mole di lucchetti che deturpano ormai le decorazioni del ponte. L’amministrazione comunale ha stabilito nel 2006 una multa di 50 Euro per chi venga sorpreso ad attaccare un lucchetto alla cancellata del Cellini.

    Evidentemente quel “furbastro” di Moccia ha pensato bene di copiare l’ usanza….e da lì, ovviamente, la massa dei cloni !

    Personalmente li toglierei, dato che si tratta di “scopiazzatura” recente, inoltre, in effetti, il logo è fastidiosissimo!!!

  2. jeneregretterien commenta:

    e sono bruttissimi. Avete visto il lampione sul ponte Milvio?

    http://www.corriere.it/Fotogallery/Tagliate/2007/02_Febbraio/27/LUC/4.JPG

  3. jeneregretterien commenta:

    capisco che Veltroni abbia ben altro da fare che occuparsi di lucchetti, ma guarda a Firenze come si sono organizzati.

    http://www.comune.fi.it/servizi_pubblici/polizia/LucchettiPonteVecchio.htm

  4. sedlex commenta:

    io continuo a dire che simboleggiare un legame emotivo con un lucchetto è inquietante….

  5. piccerella commenta:

    insomma alla fine funziona?perché magari vado lì .

    (scherzo).

    asietta

  6. samuelesiani commenta:

    Forse proprio perché si vive in un’epoca virtuale c’è bisogno di un simbolo concreto. Aberrante, ma concreto. A presto

  7. capelliVSricko commenta:

    nel mio quartiere, fin da quando portavo le calzette, il lucchetto sul lampione era simbolo di motorino zottato. spesso c’ era ancora attaccata la ruota…..io sono un rompi balle, ma due cose ho imparato: La prima è che se dai spago ai ragazzini innamorati non sai mai dove arrivano (lucchetti su monumenti storici?). La seconda è che Moccia è l’ emanazione del maligno…..

  8. sedlex commenta:

    Io ero solo preoccupata che un legame potesse essere rappresentato da lucchetto e catena, in questo Samuele, devo dire,è stato illuminante.

    Mentre continua il mio corso d’aggiornamento su usi & costumi in via della Magliana,non ho difficoltà a credere che Moccia sia l’emanazione del maligno come pure la Municipalità afferente a Ponte Milvio (l’unica governata dalla destra in questa città,che poi è la stessa che ospita via della Magliana)

  9. capelliVSricko commenta:

    Sei sicura che Via della Magliana faccia parte della Municipalità Romana? Io so che siamo zona a Statuto Speciale….abbiamo anche un Doge….

    :-)))))))))

  10. sedlex commenta:

    …allora anche le gondole, il carnevale e Cacciari…che magnifica esperienza a due passi da casa…chi avrebbe potuto immaginare?

  11. jeneregretterien commenta:

    anche noi a Napoli abbiamo una sola municipalità governata dalla destra e … indovina un po’ ?

    Ma è Chiaia-Posillipo, no?

  12. sedlex commenta:

    Non sapevo..che schematici però..la parte “bene” alla destra.Ponte Milvio non è esattamente nel novero dei quartieri alti.

  13. jeneregretterien commenta:

    beh neanche bassi direi. C’è tutta la zona della farnesina che è sicuramente medio borghese. Non so se la camilluccia faccia parte della municipalità.

  14. sedlex commenta:

    è piùttosto estesa come municipalità,arriva fino a Cesano ma siccome è un territorio patchwork (un pezzo di quello e uno di quell’altro) la dizione medioborghese può andare….niente a che vedere con chiaia posillipo…

  15. capelliVSricko commenta:

    Da noi il mercato delle gondole è in mano ai sorci del Tevere…..ottimi gondolieri, ma sono un po’ cari…..e poi sono collusi con il WWF…..

  16. sedlex commenta:

    magari sono transfughi di quelli nostri,io sto a monte, ma l’importante è che vi teniate Cacciari.

  17. capelliVSricko commenta:

    Cacciari? Lo lascio volentieri a voi…noi abbiamo già i sorci….. ;-)

  18. sedlex commenta:

    No damme i topi …è inutile che minacci con l’ascia.Cacciari no.

  19. capelliVSricko commenta:

    Vabbè….devi sempre vince tu, oh… :-P

  20. sedlex commenta:

    Vabbè te spengo er luxometro…

  21. capelliVSricko commenta:

    Bella pe’ te! Affare fatto!

  22. sedlex commenta:

    Vedi che alla fine un accordo si trova…?E adesso fammi contare i voti che siamo ancora in bilico…(prepara l’ascia)

  23. capelliVSricko commenta:

    E’ sempre pronta…..sopra c’è scritto “dalla Base con amore”…

  24. sedlex commenta:

    E’ andata….possiamo incrementare la santa barbara con qualcosa di più significativo …tiè…guarda un po’

  25. jeneregretterien commenta:

    che è quella roba?

  26. sedlex commenta:

    L’incrociatore aurora…quella roba,senti questa

  27. jeneregretterien commenta:

    e che ne so? somiglia a una fabbrica di gas in una città siberiana.

  28. sedlex commenta:

    quello è il mare gelato a San Pietroburgo ,l’incrociatore è diventato un museo

  29. capelliVSricko commenta:

    Figo….mejo del barcone del Prince faster ;-)

  30. sedlex commenta:

    Che disSACRAMENTO …ti deferisco al collegio di garanzia (esisterà ancora credo)

  31. jeneregretterien commenta:

    ai miei tempi si chiamava “collegio dei probi viri”, una dizione che mi ha fatto sempre un po’ ridere.

    A proposito, Turigliatto è stato allontanato dal partito. Ai miei tempi si diceva “espulso”.

    oh tempora, oh mores…

  32. sedlex commenta:

    i probiviri sono stati eliminati con il nuovo regolamento (prima del congresso di scioglimento) peccato che l’eliminazione fu solo virtuale ma la parola espulsione è rimasta… Maria Antonietta Macciocchi si beccò un collegio dei probiviri memorabile e anche quello che toccò a me non scherzava affatto…però anni dopo io lavorai al regolamento e loro,i probi,erano gia considerati da tempo quel che erano….dei vecchi arnesi ( ma vecchi eh)

  33. jeneregretterien commenta:

    si, me la ricordo la storia della Macciocchi. Capperi, pure tu sei passata per le forche caudine dei grandi vecchi? E che, avevi tramato contro il gran partito?

  34. sedlex commenta:

    mi ci vedi a me imputata?

    Non avevo fatto granchè comunque.L’attuale presidente della provincia era allora presidente del municipio dove sono io, c’erano ancora DC e PCI.Fu un semplice accordo politico per l’ottenimento di un grosso impianto sportivo comunale con piscina (c’erano vincoli e lavori in corso…) da restituire ai cittadini.Solo che non ero passata per il partito (avrei perso mesi)non li avevo informati…successe poi che due mesi dopo lo stesso presidente passò al comune e il PCI fece con lui un accordo quello che più banalmente avevo fatto io due mesi prima..non puoi manco anticipare un po’ i tempi…

  35. capelliVSricko commenta:

    Ecco!….lo sapevo che eri una dissidente!…nun me sbajo mai, io!…mo te segnalo alla segreteria nazionale….TE VOLEVI FREGA’ LA PISCINA, EH!?!? RIDACCE I CAMPETTI!!!

    (mamma mia quanto so scemo…arrivo a dei livelli….) :-))))))

  36. sedlex commenta:

    E’ vero volevo mettere le saune al campetto di calcio e incassare le tangenti..non mi rimane che la clemenza della corte…oramai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.